Patologie del linguaggio, della deglutizione, della fluenza e della voce

DISFONIA NEI BAMBINI

CHE COS’E’
La disfonia è qualsiasi difficoltà nella produzione naturale della voce (M. Belhau).
È una condizione che può dare alterazioni della qualità della voce (generalmente volume instabile, tono rauco e timbro modificato), necessità di raschiare, sensazioni fastidiose alla gola, tensione e rigidità muscolare con una ricaduta negativa sulla routine quotidiana del bambino.
Nell’infanzia la disfonia ha un’incidenza che varia dal 6 al 24% e se non trattata tende a persistere in età adolescenziale a causa della consolidazione di un uso della voce errato.
Nei bambini il disturbo si può presentare per diverse cause come l’imitazione di modelli vocali inadeguati (personaggi dei cartoni animati, rumori associati all’uso di giochi come macchine o trattori), l’abituale rumore di fondo (tv accesa in casa, mensa scolastica) oppure un inadeguato uso della voce durante le attività sportive.
L’abuso e il maluso della voce alla lunga alterano l’organo vocale, causando di frequente la formazione di calli, detti tecnicamente noduli, che possono peggiorare fino a richiedere l’intervento medico chirurgico.

CHE COSA PROPONE IL CENTRO ITALIANO LOGOPEDIA
Viene offerto ai bambini di età prescolare e scolare la possibilità di educare o rieducare la voce in modo da sfruttarne le massime potenzialità. Durante gli interventi i bambini acquisiscono consapevolezza e sperimentano le proprie possibilità vocali in un contesto ludico appropriato, dove possono imparare ad usare la voce divertendosi.