disprassia

DISPRASSIA VERBALE

CHE COSA E’
Il termine “disprassia verbale” indica un quadro clinico complesso, un disturbo nella programmazione dei movimenti necessari alla produzione di suoni, sillabe e parole, e difficoltà nell’apprendimento e l’esecuzione di prassie, ossia azioni e sequenze di movimenti volontari e su richiesta, mentre vengono mantenute le risposte automatiche (per esempio il bambino dice “ciao” nel contesto adeguato, ma non lo produce in un contesto nuovo, diverso o insolito). In particolare, la disprassia verbale compromette l’accuratezza e la stabilità dei movimenti volontari bucco-linguo-facciali necessari alla produzione del linguaggio.
Un bambino disprassico verbale può manifestare:

  • la mancata sistematicità e coerenza nella produzione di suoni o raggrupppamenti di suoni per cui il bambino farà errori diversi cerando di articolare la stessa parola. Per esempio se vuole dire “gatto” dirà /tatto/ – /datto/ – /totto/ ;
  • dificoltà nell’organizzazione sequenziale. Il bambino può essere in grado di dire un suono in modo isolato, ma ha difficoltà a mettere in sequenza suoni, sillabe e parole per cui il bambino rallenta la propria produzione soprattutto se le parole sono lunghe oppure scandisce la parola sillaba per sillaba;
  • fatica nel mantenere una velocità, un ritmo e un’intonazione costante quando parla risultando un eloquio monotono o un’errato uso degli acccenti. Per cui una domanda o un’affermazione vengono prodotte con la stessa intonazione oppure invece che dire /bana’na/ dice /banana’/ spostando l’accento sull’ultima sillaba;
  • dificoltà prassiche anche a livello grosso-motorio per cui sono bambini un pò impacciati nei movimenti, risultano essere goffi;
  • fanno fatica a riprodurre movimenti a livello bucco-facciale come soffiare, mandare baci etc. ;
  • possono presentare ipersensibilità sensoriale tattile, visiva e uditiva.

E’ importante intervenire su questo tipo di problema perché i bambini disprassici rischiano di incontrare dificoltà nell’apprendimento della lettura, scrittura e del calcolo.

CHE COSA PROPONE IL CENTRO ITALIANO LOGOPEDIA
Il Centro Italiano Logopedia offre una valutazione multidisciplinare (logopedista, neuropsichiatra infantile, psicomotricista) che approfondisca il quadro neurologico, lo sviluppo psicomotorio e lo sviluppo linguistico, per stabilire il profilo funzionale del bambino.
Il Centro Italiano Logopedia offre un servizio di intervento logopedico diretto al bambino che deve essere il più precoce possibile con lo scopo di stimolare le abilità motorie bucco-facciali del bambino, per condurlo alla produzione di prassie e di sequenze motorie, necessarie alla successiva produzione dei suoni del linguaggio. Gli esercizi vengono svolti generalmente allo specchio insieme al bambino, con supporto manuale diretto sul bambino che funga da guida (PROMPT), e con supporto visivo dato da carte figurate che indichino l’esecuzione corretta dei movimenti, associandole a contesti specifici. Nel caso in cui il quadro motorio sia più complesso, in aggiunta alla stimolazione e all’allenamento motorio, si procede con la comunicazione aumentativa alternativa, valido strumento per fornire una prima possibilità di comunicazione al bambino.