Progetto Laboratorio Linguistico – Scuola dell’Infanzia

Dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 della Scuola dell’Infanzia e del 1° ciclo di Istruzione, nel campo di esperienza “I discorsi e le parole” viene definito che per i bambini/e, la lingua, in tutte le sue funzioni e forme, è uno strumento essenziale per comunicare e conoscere, per rendere chiaro il proprio pensiero, per esprimersi in modi personali, creativi e sempre più articolati. In particolare viene raccomandato lo sviluppo della “capacità di ascoltare storie e comprendere narrazioni, di raccontare e inventare, di dialogare con adulti e compagni, confrontando punti di vista, elaborando e condividendo conoscenze”.

Pertanto nella Scuola dell’Infanzia l’orientamento sarà volto a promuovere la maturazione e il collegamento tra le diverse funzioni del linguaggio: linguaggio e ascolto, linguaggio e comunicazione, linguaggio e pensiero.

PERCHÉ OCCUPARSENE
Attraverso attività e giochi finalizzati in piccoli gruppi è possibile permettere ai bambini di sviluppare la capacità di ascolto, prerequisito essenziale per l’acquisizione di un linguaggio verbale che permette di favorire la capacità di interazione sociale progettando, elaborando e condividendo conoscenze. Le attività permettono inoltre il sostegno dei requisiti linguistici e metalinguistici che sottostanno alle abilità richieste all’ingresso alla scuola primaria.

L’insegnante in questo processo di acquisizione linguistica ha un ruolo fondamentale, è colui che, attraverso una relazione educativa, permette di promuovere e motivare la comunicazione.

DESCRIZIONE ED OBIETTIVI DEL PROGETTO
Il progetto è differenziato per le quattro fasce d’età.
Le attività del laboratorio linguistico possono essere proposte 1 volta alla settimana.
L’obiettivo è di favorire lo sviluppo del linguaggio del bambino e in un secondo momento stimolare i prerequisiti della letto-scrittura in un ambiente a lui famigliare in modalità ludica.
Vedi tabelle.

Schermata 2020-01-23 alle 15.02.00 Schermata 2020-01-23 alle 15.02.13 Schermata 2020-01-23 alle 15.02.23 Schermata 2020-01-23 alle 15.02.34

Scarica il progetto qui. 

I giochi più utilizzati per allenare abilità motorie, coordinazione e motricità fine

Quali sono i giochi più utilizzati per allenare abilità motorie, coordinazione e motricità fine dal Centro Italiano Logopedia?
Abbiamo fatto una classifica!

Senza titolo1) Blocchi Psicomotori: Vengono utilizzati per la sperimentazione sensomotoria e per il gioco simbolico. I blocchi possono diventare scivoli, torri, castelli, ponti, gallerie, case… che verranno distrutti e ricostruiti.

 

 

Senza titolo12) Corde: Le corde si prestano a molteplici usi: sul pavimento diventano percorsi da seguire per sviluppare l’equilibrio; possono avere grossi nodi da sciogliere per sviluppare le capacità manuali; possono disegnare figure; possono legare oggetti di grandi dimensioni, passare dentro a fori grandi o piccoli, essere mosse come fossero serpenti o arrotolate come chiocciole.

 

Senza titolo23) Palle con varie caratteristiche: Son utili per sviluppare la coordinazione oculo-manuale globale. Inoltre, sperimentando palle di diverse dimensioni, peso e consistenza, il bambino impara a controllare il proprio movimento e a adattare il tono muscolare in relazione alla particolarità dell’oggetto e all’attività proposta (lancio a 2, lancio in un cerchio, lancio in una scatola, canestro…)

 

 

Senza titolo34) Perle da infilare: Di forma, colore e dimensioni diverse, vengono infilate in cannucce, bastoncini, scovolini, spaghi e lacci per favorire lo sviluppo della motricità fine e della coordinazione oculo-manuale.

 

 

Senza titolo45) Incastri: I giochi ad incastro aiutano il bambino a sviluppare la coordinazione oculo-manuale, le abilità spaziali ed abilità cognitive quali il riconoscimento di forme e colori.

I giochi più utilizzati per allenare l’attenzione e le funzioni esecutive

Quali sono i giochi più utilizzati per allenare l’attenzione e le funzioni esecutive dal Centro Italiano Logopedia?
Abbiamo fatto una classifica!

1553261614_mano_lesta1) Manolesta: gioco per sviluppare l’attenzione, la memoria di lavoro, l’autocontrollo, la capacità di calcolo e la velocità di elaborazione. Ogni giocatore gira 2 carte alla volta, una carta Gesti che raffigura un gesto da compiere e una carta Numero che indica quante volte dovrà compiere il gesto. Per decidere quale gesto compiere e quante volte effettuarlo i giocatori devono confrontare le loro carte Gesti e le carte Numeri e sottrarre o sommare i numeri in base al colore delle carte ( https://www.erickson.it/it/manolesta )

1553261804_c'era_un_pirata 2) C’era un pirata: gioco per stimolare la memoria di lavoro e l’attenzione. Un giocatore descrive una carta agli avversari i quali dovranno raccogliere le carte necessarie per comporre il proprio Totem. Il primo che completa il totem dovrà urlare all’arrembaggio! ( https://www.erickson.it/it/c-era-un-pirata )

 

91buSSmgOWL._SX355_ 3) Dobble: gioco per sviluppare l’attenzione visiva, la velocità di elaborazione e la denominazione. Esistono diverse varianti di gioco. Lo scopo principale è trovare più rapidamente possibile l’immagine uguale tra 2 carte e nominarla ad alta voce ( https://www.creativamente.eu/prodotto/dobble/ )

 

51qiI8rTxnL._SX355_ 4) Fantascatti: gioco per stimolare la velocità di elaborazione, il ragionamento, l’inibizione. Un giocatore a turno gira una carta dal mazzo. Vince la carta il giocatore che afferra per primo l’oggetto corretto presente sul tavolo. Attenzione: le figure possono esser rappresentate con colori sbagliati. In questo caso si dovrà afferrare l’unica figura che non è presente nella carta ( http://www.giochidatavolo.info/schede/fantascatti.html )

 

719N+l9x2JL._SY450_ 5) Tip top clap: divertente gioco per potenziare la memoria. Ogni giocatore gira una carta che rappresenta un gesto come fischiare, battere le mani o un suono come miagolare o fare una pernacchia. Il giocatore successivo dovrà ripetere il gesto  precedente prima di eseguire il proprio. I giocatori dovranno mantenere in memoria la sequenza dei gesti che aumenterà via via fino a quando un giocatore sbaglierà la sequenza aggiudicandosi una carta penalità ( https://www.brickone.it/prodotto/tip-top-clap-djeco/ )

 

81kr+qgyT5L._SX466_ 6) Cortex: gioco costituito da una serie di carte che consentono di allenare diverse abilità cognitive come la memoria, l’attenzione, il ragionamento ( https://www.asmodee.it/giochi_cortex.php )

Doposcuola

HAI BISOGNO DI AIUTO PER ORGANIZZARE E SVOLGERE I COMPITI?
HAI BISOGNO DI STRATEGIE UTILI PER LO STUDIO?

Il Centro Italiano Logopedia organizza:
DOPOSCUOLA
DOPOSCUOLA BES, DSA E ADHD
Per bambini della scuola primaria e ragazzi della scuola secondaria di primo grado.

BRESCIA, Via Benedetto Croce 31; GHEDI, via Trieste 1
Per informazioni: 3913968725 dal lunedì al venerdì dalle 12,30 alle 14.30

Scarica la locandina qui

CORSO per TUTOR di studenti con DSA – Gennaio 2020

OBIETTIVI DEL CORSO

Formare Tutor in grado di supportare bambini e ragazzi con Disturbo Specifico dell’Apprendimento nello svolgimento dei compiti a casa e di impostare un metodo di studio adeguato al fine di favorire il graduale processo di acquisizione dell’autonomia scolastica.

DESTINATARI

Educatori, pedagogisti, psicologi e insegnanti.
Al termine del corso i partecipanti verranno inseriti nell’elenco dei Tutor del centro.

ARGOMENTI

. Inquadramento teorico del DSA (dislessia, disortografia, discalculia, disgrafia)
. La figura del Tutor: ruolo, competenze, responsabilità
. La presa in carico del bambino: come leggere una diagnosi di DSA e come leggere un PDP
. La relazione del Tutor con il bambino, la famiglia e l’insegnante
. Indicazioni per una didattica inclusiva in classe e personalizzata a domicilio
. Organizzazione, pianificazione delle attività scolastiche e metodo di studio
. Gli strumenti compensativi cartacei

DIREZIONE SCIENTIFICA

Dr.ssa Alessandra Peli, Pedagogista, Formatrice – Tutor DSA

RELATORI

Dr.ssa Alessandra Peli, Pedagogista, Formatrice – Tutor DSA
Dr.ssa Simona Savoldini, Pedagogista – Tutor DSA
Dr.ssa Ulrike Bianchini, Psicologa

Scarica il programma del corso

Scarica la locandina del corso

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR e del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Leggi informativa

Nel modulo, alla voce “SEDE DI LAVORO” indicare (se in possesso) PARTITA IVA, REGIME, CODICE UNIVOCO/PEC

 

COSTI E ISCRIZIONE

Il corso ha un costo di 260 euro (comprensiva di rivalsa INPS 4%) + 22% (IVA) per un totale di € 317,20 per chi NON POSSIEDE partita IVA e per chi POSSIEDE PARTITA IVA IN REGIME FORFETTARIO/MINIMI.
Il corso ha un costo di 260 euro (comprensiva di rivalsa INPS 4%) + 22% (IVA)per un totale di € 265,20 per chi POSSIEDE partita IVA IN REGIME ORDINARIO, oltre al versamento della ritenuta d’acconto 20% (pari ad €.52,00# da versarsi a mezzo del modello F24 entro il giorno 16 del mese successivo al pagamento). Le iscrizioni sono da compilare sul sito www.centroitalianologopedia.it entro il 10 gennaio 2020, seguendo le indicazioni date.
L’iscrizione è considerata effettiva in seguito all’avvenuto pagamento

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Verrà rilasciata una chiavetta usb caricata del materiale del corso.

Intestare il bonifico a: DORELLA MINELLI
Causale: ISCRIZIONE CORSO TUTOR DSA GENNAIO 2020
IBAN IT42D0200811219000101511393

Dopo l’iscrizione online verrete contattati dal Centro Italiano Logopedia per la conferma dei posti disponibili.

CALENDARIO

Sabato 18  gennaio 2020 dalle 9.00 alle 14.00
Sabato 25  gennaio 2020 dalle 9.00 alle 14.00
Sabato   1  febbraio 2020 dalle 9.00 alle 14.00
Sabato   8  febbraio 2020 dalle 9.00 alle 14.00

SEDE DEL CORSO

Centro Italiano Logopedia
Via Benedetto Croce, 31 Brescia

Un’estate con il Centro Italiano Logopedia

Trascorri un’estate piena di attività insieme al Centro Italiano Logopedia!

Scopri i corsi in programma:

COMPITI DELLE VACANZE
Facciamo i compiti in una settimana e poi non ci pensiamo più!
Per i bambini della primaria e i ragazzi della secondaria di 1° grado
Presso il Centro Italiano Logopedia di Brescia – via Benedetto Croce 31 e Ghedi – via Trieste 1
Scegli la settimana: 8-12 luglio/ 15-19 luglio/ 22-26 luglio/ 29 luglio-2 agosto/ 5-9 agosto/ 26-30 agosto/ 2-6 settembre
Scegli l’orario: dalle ore 9.00 alle 12.00 oppure dalle 14.00 allle 17.00
Costo per la settimana: 120 euro
Il Servizio Compiti delle Vacanze parte al raggiungimento di 5 iscritti
Per informazioni chiama il 391 3968725 dal lunedi al venerdi dalle 12.30 alle 14,30

LABORATORIO ESTIVO PER IMPARARE UN METODO DI STUDIO
Prepararsi al nuovo anno scolastico imparando un metodo di studio per organizzare e pianificare i compiti e per saper costruire mappe e schemi
Per i bambini della 4-5 primaria e i ragazzi della secondaria di 1° grado
Presso il Centro Italiano Logopedia di Brescia – via Benedetto Croce 31 e Ghedi – via Trieste 1
Scegli la settimana: 8-12 luglio/ 15-19 luglio/ 22-26 luglio/ 29 luglio-2 agosto/ 5-9 agosto/ 26-30 agosto/ 2-6 settembre
Scegli l’orario: dalle ore 9.00 alle 12.00 oppure dalle 14.00 allle 17.00
Costo per la settimana: 160 euro
Il Servizio Metodo di Studio parte al raggiungimento di 5 iscritti
Per informazioni chiama il 391 3968725 dal lunedi al venerdi dalle 12.30 alle 14,30

SUMMER LAB
Prepararsi al nuovo anno scolastico allenando la lingua inglese con attività didattiche in lingua e creando lap book, mappe e schemi.
Per i bambini della primaria e i ragazzi della secondaria di 1° grado
Presso il Centro Italiano Logopedia di Brescia – via Benedetto Croce 31 e Ghedi – via Trieste 1
Scegli la settimana: 8-12 luglio/ 15-19 luglio/ 22-26 luglio/ 29 luglio-2 agosto/ 5-9 agosto/ 26-30 agosto/ 2-6 settembre
Scegli l’orario: dalle ore 9.00 alle 12.00 oppure dalle 14.00 allle 17.00
Costo per la settimana: 160 euro
Il Servizio Summer Lab parte al raggiungimento di 5 iscritti
Per informazioni chiama il 391 3968725 dal lunedi al venerdi dalle 12.30 alle 14,30

LEARN BY DOING: IMPARARE FACENDO
Per allenare, attraverso il gioco, la memoria e l’attenzione, abilità fondamentali per l’apprendimento scolastico.
Per i bambini della primaria e i ragazzi della secondaria di 1° grado
Presso il Centro Italiano Logopedia di Brescia – via Benedetto Croce 31 e Ghedi – via Trieste 1
Scegli la settimana: 8-12 luglio/ 15-19 luglio/ 22-26 luglio/ 29 luglio-2 agosto/ 5-9 agosto/ 26-30 agosto/ 2-6 settembre
Scegli l’orario: dalle ore 9.00 alle 12.00 oppure dalle 14.00 allle 17.00
Costo per la settimana: 160 euro
Il Servizio Learn by Doing parte al raggiungimento di 5 iscritti
Per informazioni chiama il 391 3968725 dal lunedi al venerdi dalle 12.30 alle 14,30

Per informazioni chiama il 391 3968725 dal lunedi al venerdi dalle 12.30 alle 14,30

Come aiutare i bambini con DSA: l’utilizzo della teleriabilitazione

Il Centro Italiano Logopedia, nell’ambito del trattamento di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) o difficoltà di apprendimento e linguaggio, offre la possibilità di integrare il potenziamento in studio con il trattamento a distanza attraverso la piattaforma di teleriabilitazione RIDInet di Anastasis.

Cosa è la teleriabilitazione?
La teleriabilitazione è una metodologia innovativa sviluppata negli ultimi anni che comprende strumenti e protocolli volti all’implementazione di trattamenti riabilitativi effettuati a distanza. Lo scopo non è quello di sostituire i tradizionali servizi riabilitativi ma potenziarne l’efficacia e il mantenimento nel tempo.

Cosa è RIDInet?

1

RIDInet è una piattaforma di riabilitazione a distanza per il trattamento dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e dei Disturbi del Linguaggio. Si tratta di un servizio proposto da Anastasis, nato nel 2013 e sviluppato con la collaborazione di realtà universitarie ed esperti riconosciuti a livello nazionale.
 Attraverso un’interfaccia semplice e motivante per il bambino si hanno a disposizione varie applicazioni (App), sviluppate secondo modelli riabilitativi scientifici riconosciuti e personalizzabili dal clinico di riferimento (Psicologo, Logopedista o Neuropsichiatra) in base alla diagnosi o al profilo clinico del bambino, da svolgere comodamente a casa.

Quali sono i vantaggi del trattamento a distanza con RIDInet?

2

  • consente di affiancare l’efficacia della riabilitazione in studio con l’esercizio continuativo a casa. In questo modo si agevola ed incrementa l’efficacia dell’intervento riabilitativo di bambini e ragazzi con DSA o BES grazie all’aumento della frequenza della riabilitazione. La ricerca e la Consensus Conference nel campo della riabilitazione dei DSA hanno infatti mostrato che un intervento specialistico individualizzato, sistematico, intensivo e quotidiano ottiene effetti riabilitativi maggiori rispetto al solo intervento ambulatoriale effettuato una volta alla settimana. Inoltre, se si interviene precocemente durante il periodo di acquisizione delle abilità vi sono maggiori possibilità di ridurre il deficit funzionale. RIDInet rispetta quindi le linee guida della Consensus Conference garantendo una frequenza di intervento adeguata;
  • consente di proporre un intervento di dimostrata efficacia grazie alla collaborazione con i massimi esperti DSA e BES in Italia e di impostare percorsi riabilitativi personalizzati e flessibili;
  • propone esercizi motivanti e divertenti per il bambino da svolgere a casa in base al percorso costruito dal clinico;
  • consente al clinico di seguire il rendimento e i progressi dei bambini in ogni momento.

Quali sono le App disponibili e cosa potenziano?

3

RIDInet comprende diverse APP studiate per aiutare bambini e ragazzi a potenziare:

velocità e correttezza di lettura;
le competenze ortografiche;
la comprensione del testo;
le abilità aritmetiche e numeriche;
le funzioni esecutive (inibizione, memoria di lavoro, flessibilità cognitiva);
• il linguaggio (denominazione rapida, competenze espressive).

Nello specifico, tra le App troviamo:
Cloze 2 (di L. Bertolo e C. Cornoldi): promuove l’abilità di comprensione del testo scritto, il recupero dei processi di inferenza lessicale e semantica e le abilità linguistiche (fonologia, sintassi, semantica);

Dal suono al segno (di C. Vio): affronta le difficoltà e i disturbi della scrittura nella componente ortografica che possono emergere nell’acquisizione dei processi linguistici della scrittura;

Linea dei numeri (di P. Tressoldi): favorisce il rapporto tra numeri e quantità nel calcolo aritmetico, la rappresentazione mentale della quantità e del calcolo e il rapporto tra i numeri e la rappresentazione del loro valore quantitativo;

MemoRan (di C. Pecini e coll.): lavora sulle funzioni esecutive incrementando le abilità di inibizione della risposta, controllo dell’interferenza e flessibilità cognitiva di informazioni mantenute in memoria di lavoro (Memo), in compiti che richiedono l’integrazione visuo-verbale di stimoli multipli (RAN, Rapid Automatized Naming);

Rapwords Tachistoscopio (di P. Zoccolotti e C. Burani): aiuta ad esercitare e migliorare la velocità e correttezza nella lettura di parole, stimolando la lettura globale delle parole;

Reading Trainer 2 (di P. Tressoldi): esercita e migliora la velocità e correttezza nell’abilità di lettura. Facilita la lettura di singoli grafemi, sillabe, morfemi e parole, sia in modo isolato, sia all’interno di frasi e brani e favorisce sia i processi visuo-percettivi e attentivi, sia quelli fonologici, per rendere più corretta e veloce l’associazione tra grafemi e fonemi;

Sillabe (di G. Stella): educa la lettura basata su evidenze derivanti dai modelli neuropsicologici di acquisizione della lettura. Favorisce lo sviluppo della capacità di decifrazione senza supporto lessicale;

Run the Ran (di C. Pecini e coll.): aiuta a potenziare i processi di denominazione rapida importanti per imparare a leggere, sia nello sviluppo tipico che nella Dislessia Evolutiva. In particolare, velocizza il recupero sequenziale delle etichette fonologiche corrispondenti a diversi stimoli visivi;

Writing trainer (di A. Luci e G. Stella): aiuta ad esercitare e potenziare la correttezza nell’abilità di scrittura ortografica. L’app permette di agire in particolare sull’apprendimento e sull’automatizzazione del principio alfabetico. Facilita quindi la scrittura di grafemi, sillabe e parole, favorendo sia i processi visuo-percettivi ed attentivi che quelli fonologici, per rendere più corretta l’associazione tra fonemi e grafemi;

Speech (di V. Allamandri e coll.): è rivolta alla competenza linguistica espressiva del bambino nei suoi aspetti lessicali, morfosintattici, semantici e pragmatici: dalla parola alla frase nucleare, a frasi ampliate con espansione del nucleo, per poi giungere alla narrazione. L’obiettivo è guidare il bambino, partendo dalla sua competenza lessicale, a comprendere e poi produrre enunciati in strutture via via più complesse, utilizzando immagini e giochi.

Per quali bambini e ragazzi è consigliato RIDINET?
Le App si rivolgono a:
– bambini in età prescolare che presentano difficoltà o disturbi del linguaggio e della comunicazione;
– bambini in età prescolare a rischio di difficoltà di letto-scrittura;
– bambini che presentano ritardo nell’acquisizione delle abilità strumentali di lettura, scrittura o calcolo o che hanno prestazioni di lettura o scrittura non ottimali;
– bambini che presentano debolezza nella comprensione del testo scritto;
– bambini con diagnosi di DSA (Dislessia, Disortografia, Discalculia) che necessitano di interventi specifici;
– bambini che necessitano di potenziare le funzioni esecutive come la capacità di inibizione e recupero, il mantenimento e aggiornamento dell’informazione in memoria di lavoro in compiti “prossimali” alle abilità di letto-scrittura.

Quale deve essere la frequenza del trattamento per essere efficace?
Le App prevedono un esercizio a casa per circa 3-4 volte alla settimana, modificabile in base alle indicazioni dello specialista, di circa 15-20 minuti per un periodo di tre mesi, in presenza di un adulto che assista il bambino durante le attività. L’esercizio a casa sarà affiancato da sedute presso lo studio del clinico.

Quali strumenti è necessario avere per poter effettuare gli esercizi a casa?
Sono necessarie una connessione ad internet ed un pc o tablet.

Cosa è necessario fare per iniziare il trattamento con RIDInet?
RIDInet necessita della supervisione di un clinico. Per utilizzarlo con efficacia non è possibile acquistare in autonomia il servizio ma è necessario contattare il Centro Italiano Logopedia per poter esser seguiti da un clinico formato (Psicologo o Logopedista) che valuterà, sulla base del profilo del bambino, se iniziare il trattamento con RIDInet e costruirà un percorso personalizzato. Successivamente il bambino potrà allenarsi dalla propria abitazione con costante monitoraggio da parte dello specialista.

Risultati di alcuni studi di efficacia del trattamento a distanza con RIDINET
Molti studi hanno dimostrato risultati incoraggianti attraverso l’utilizzo di RIDInet.
Pecini e coll. (2015) hanno valutato 25 bambini che hanno utilizzato “Reading Trainer” per tre mesi (10/15 minuti al giorno per 5 giorni a settimana). Dai risultati è emerso che l’esercizio intensivo e autoadattivo di lettura temporizzata incrementa in modo significativo la velocità di decodifica di bambini con dislessia, indipendentemente dalla storia di ritardo del linguaggio pregresso, migliorando anche le capacità di elaborazione fonologica (ripetizione di non parole) e accesso lessicale (fluenza verbale e RAN).
In uno studio di Marzocchi e coll. (2015), 32 bambini con diagnosi di Dislessia Evolutiva hanno effettuato esercizi domiciliari attraverso l’App “Reading Trainer” per un totale di 60-90 minuti settimanali. I risultati hanno mostrato che dopo circa tre mesi di trattamento i bambini aumentano la velocità di lettura di 0.54 sill/sec, pari a quasi due anni di evoluzione spontanea di un soggetto con dislessia. Inoltre, il trattamento domiciliare associato al trattamento ambulatoriale ha dimostrato un’efficacia maggiore rispetto al solo trattamento domiciliare.
L’App “Sillabe” è stata valutata attraverso circa 450 utenti che hanno effettuato almeno 8 settimane di trattamento. I risultati ottenuti hanno dimostrato che i parametri di lettura sono clinicamente migliorati nel tempo, superando la cosiddetta “evoluzione naturale”, il cambiamento che si manifesta in seguito all’esercizio spontaneo della lettura dovuto alla frequenza scolastica e all’uso personale.
Vio, Tretti e Chessa (2016) hanno valutato l’efficacia di un trattamento abilitativo utilizzando il software “Dal Suono al Segno”, da cui deriva l’App omonima, in un gruppo di bambini con diagnosi di dislessia e disortografia. I risultati hanno mostrato una riduzione significativa del numero di errori fonologici nel dettato di brano e di non parole.

Tucci e coll. (2015) hanno valutato i risultati di un trattamento sublessicale e lessicale tramite “Reading Trainer” con una modalità di trattamento a distanza in 34 bambini con diagnosi di Dislessia Evolutiva. I dati mostrano adeguati valori di efficacia ed efficienza e significative ricadute nel processo di automatizzazione della lettura, riportando ulteriori evidenze di validità del trattamento applicato tramite Reading Trainer.

In conclusione, la piattaforma RIDInet si presenta come un valido strumento di supporto nel trattamento delle difficoltà e disturbi di apprendimento.

Per maggiori informazioni sulla piattaforma contattaci!
www.ridinet.it

Dott.ssa Dorella Minelli, titolare del Centro Italiano Logopedia
Dott.ssa Athena Verga, psicologa del Centro Italiano Logopedia

Il Centro Italiano Logopedia alla scuola dell’infanzia “Paola Di Rosa”

Borgosatollo News parla di noi!

Lunedì 25 marzo alla scuola dell’infanzia “Paola Di Rosa” di Borgosatollo la Dott.ssa Dorella Minelli ha organizzato la serata “Lo sviluppo del linguaggio dei bambini dagli 0 a 6 anni: consigli utili per i genitori“.

Guarda il video:

Un ringraziamento al preside della scuola e ai genitori per la loro attenta presenza.
Un grazie speciale ad Adriana, coordinatrice della scuola.

Ictus: i segnali da riconoscere per un pronto intervento

Sono più di 200mila le personein Italia che ogni anno vengono colpite da ictus. Questo fa si che sia diventata la seconda causa di morte più comune e la prima a causare disabilità nell’adulto.

Fra le conseguenze permanenti si possono riscontrare problemi legati alla mobilità (paralisi/paresi), memoria, linguaggio (afasia), vista, cambiamenti della personalità e depressione.

Ci sono alcuni segnali, ne basta anche uno solo sopraggiunto in maniera improvvisa, che se non trascurati possono diventare importanti campanelli d’allarme per agire prontamente.

Quali sono i campanelli d’allarme che possono far presagire un ictus?

  • debolezza o formicolio ad un arto;
  • difficoltà di linguaggio;
  • asimmetria del volto;
  • perdita di equilibrio e coordinazione;
  • difficoltà visiva a un occhio;
  • senso di confusione;
  • un violento mal di testa.

Per verificare i sintomi dell’ictus basta far eseguire delle semplici azioni. Questi semplici comandi seguono la sigla FAST.

  • F come FACE (faccia): chiedere di sorridere o soffiare per identificare una paresi facciale;
  • A come ARMS (braccia): provare a sollevare sulla testa entrambe le braccia per vedere se una ha difficoltà di movimento;
  • S come SPEECH (linguaggio): chiedere di ripetere o produrre una frase semplice;
  • T come TIME (tempo): basta anche uno solo di questi sintomi, per richiedere l’intervento del pronto soccorso.

L’azione tempestiva nel precoce riconoscimento dei segnali dell’ictus, così come la gestione del paziente in un ambiente specializzato possono fare la differenza.